Kinesis: storia del restyling di un logo – A logo restyling story.

Creare un logo richiede un grandissimo lavoro di creatività e cervello. Perchè ? Semplicemente perchè disegnare un logo significa sintetizzare in un segno grafico lo spirito di un’ azienda e l’ identità del brand rimanendo sì originali ma restando vicini a quello che è il linguaggio di uso comune nel settore in cui il marchio opera. Quando si crea un nuovo logo ,quindi poi la sua immagine coordinata, è importante anche cercare di creare qualcosa che non solo sia al passo con i tempi ma anche in grado di sopravvivere alle mode. Un logo è per sempre, o quasi. La grafica e soprattutto il gusto ed i trend si evolvono, cambiano e vengono influenzati dalle mode del momento oggi più che mai ed è quindi impossibile creare il segno grafico perfetto che possa procedere e sopravvivere immutabile ed immutato attraverso il tempo.
Capita poi anche che durante la nascita di un brand l’immagine e la scelta del logo vengano effettuati senza tenere presenti le possibili future necessità di comunicazione della azienda stessa. Ecco che con il trascorrere del tempo si fa sempre più forte la necessità di cambiare ed aggiornarsi!

Nasce quindi la necessità di effettuare un restyling, un aggiornamento del proprio logo e così è successo con il brand Kinesis! Prima di andare oltre nel raccontarvi questo mio progetto realizzato peró è bene vedere come negli anni alcuni tra i più importanti brand mondiali come Nike, Adidas, Apple o Coca-Cola abbiano fatto evolvere il loro logo.

English

Creating a logo requires of course great creativity and ideas. Why ? Simply because designing a logo means to synthesize in a graphic sign the spirit of a company and the identity of the brand while remaining both original and close to what the commonly used language is in the branch the brand operates in. When creating a new logo and therefore its corporate identity materials it is also important to try to create something that is not only in step with the times but also able to survive fashion; in short, a logo is forever, almost. The graphics and above all the taste and the trends evolve, change and are influenced by the fashions of the moment today more than ever and it is therefore impossible to create the perfect graphic sign that can proceed immutable and unchanged through time.
It also happens then that during the birth of a brand the image and the choice of the logo are made without keeping in mind the possible future needs of communication of the company itself and while the time goes by it becomes increasingly stronger the need to change and update it. The need to carry out a restyling and update of your logo is now born but before going further in telling you about this project of mine it is good to see how over the years some of the most important world brands such as Nike, Adidas, Apple or Coca-Cola have evolved their logo.

Nike

Nike Logo Evolution

Forse non tutti sanno che Nike nacque prima come rivenditore di scarpe importate dal giappone ( Onitzuka Tigers – Asics ) e poi come vero e proprio brand di scarpe per lo sport.
La storia del baffo Nike è arcinota: disegnato per 35 dollari da Carolyn Davidson nel 1971 è divenuto un simbolo iconico che trasmette tutti i principali valori del brand Nike . Nel corso degli anni il logo marchio Nike si è evoluto radicando nel pubblico la sua immagine tanto da rendere la presenza della scritta “NIKE” superflua vista la fortissima riconoscibilità dello swoosh.

English

Perhaps not everyone knows that Nike was born first as a shoe retailer of imported shoes from Japan (Onitzuka Tigers – Asics) and then as a true sports shoe brand.
The story of the Nike swoosh is very well known: designed for $ 35 by Carolyn Davidson in 1971, an iconic symbol was born that transmits all the main values of the Nike brand. Over the years, the Nike brand logo has evolved by rooting its image in the public so as to make the presence of the word “NIKE” superfluous given the strong recognizability of the swoosh.

Adidas

Adidas Logo Evolution

Diversa è invece la storia del brand Adidas: fondata da due fratelli presto alcuni dissapori fecero sì che il primo, Adolf, prendesse la sua strada facendo appunto nascere ADIDAS unendo il suo nome “Adolf” con il cognome “Dassler” mentre il secondo, Rudolf, creò il marchio “RUDA” poi trasformato in “Puma Dassler”. Il successo del brand Adidas è noto a tutti e ad oggi è l’unico brand in grado di sfidare il colosso Nike. La nascita del trifoglio Adidas fu una esigenza dovuta dal fatto che l’ azienda avesse bisogno di entrare nel mondo dell’abbigliamento di tutti i giorni proiettando la propria immagine oltre a quella unicamente legata allo sport. Le tre strisce invece rimasero quale parte iconica dell’azienda originale e si sono quindi evolute lungo tutta la storia del brand Adidas.

English

The history of the Adidas brand is different, founded by two brothers ,soon some disagreements made Adolf take his turn, making ADIDAS born by joining his name “Adolf” with the surname “Dassler” while his brother Rudolf first created the brand ” RUDA “then transformed into” Puma “. The success of the Adidas brand is known to all and today is the only brand capable of challenging the giant Nike company. The birth of the Adidas clover was a requirement due to the fact that the company needed to enter the world of everyday clothing by projecting its own image in addition to that solely linked to sport. The three strips instead remained as an iconic part of the original company and have therefore evolved throughout the history of the Adidas brand.

Apple

Apple logo evolution

Passando invece al mondo dell’ Hi-tech il logo che rappresenta il brand Apple parte da quella che è stata sicuramente una idea nata direttamente dai fondatori dell’ azienda stessa ovvero la raffigurazione di Helmut Newton sotto all’albero da cui cadde la famosa mela. Facendo poi segioto alla necessità di semplificare il proprio brand venne così alla luce la famosa forma della mela morsicata in una livrea dagli innumerevoli colori. Eravamo infatti tra la fine degli anni 70 e l’inizio degli anni 80 ed erano proprio i colori a cominciare ad apparire sugli schermi dei computer prima e dei televisori poi diventando infine protagonisti nel logo Apple. Da quel momento in poi ile forme del logo sono rimaste invariate mentre i suoi colori hanno dapprima fatto da contraltare ai materiali più in voga a seconda dei prodotti lanciati da Apple e poi sono virati verso il grigio attuale, sinonimo di tecnologia e modernità. Vi chiedete quanto sia famoso il logo Apple? Provate a cercare la foto di una mela con google e la prima che vi verrà segnalata sarà proprio quella del marchio di Cupertino.

English

Turning instead to the world of Hi-tech, the logo that represents the Apple brand starts from what was certainly an idea born directly from the founders of the company itself: the representation of Helmut Newton under the tree from which the famous apple fell. Then, following the need to simplify their brand, the famous shape of the bitten apple in a livery with countless colors came to life. In fact, between the end of the 70s and the beginning of the 80s, it was the colors that started to appearing on the screens of computers and televisions became protagonists in the Apple logo. From that moment on, the shape of the logo remained unchanged, while its colors merged with the most popular materials depending on the products launched by Apple at each time and then turned towards the current gray, synonymous with technology and modernity. Wondering how famous the Apple logo is? Try to look for a picture of an apple with google and the first one that will be reported to you will be the one of the Cupertino brand.

Coca Cola

Più variegata e longeva è invece la storia del brand Coca Cola. Nata come tonico dall’idea del farmacista di Atlanta John S. Pemberton la sua fortuna nacque e crebbe con la nascita del primo logo detto “ribbon” ad opera di Frank M. Robinson ( il secondo nell’immagine soprastante). Il famoso “ribbon logo” Coca Cola restò pressochè immutato con l’andare degli anni fino al 1985 quanto l’azienda non solo decise di modificare l’immagine del brand ma anche il sapore della bevanda. Questa operazione risultò essere un disastro favorendo l’acerrima rivale Pepsi Co. e vide quindi una repentina marcia indietro verso l’originale logo dei primi del ‘900 che ancora campeggia in tutto il mondo.

English

Coca Cola brand is more varied and long-lived. Born as a tonic from the idea of Atlanta pharmacist John S. Pemberton, her fortune was born and grew with the birth of the first logo called “ribbon” by Frank M. Robinson (the second one in the image above). The famous “ribbon logo” Coca Cola remained almost unchanged over the years until 1985 when the company not only decided to change the image of the brand but also the taste of the drink. This operation turned out to be a disaster favoring the bitter rival Pepsi Co. and saw therefore a sudden backward movement towards the original logo of the early 1900s that still stands out all over the world.

Kinesis Medical Center

Dopo aver quindi visto quanto sia importante evolversi nell’arco del tempo vediamo ora al lavoro che ho svolto per il brand Kinesis.
Kinesis Medical Center è un poliambulatorio medico privato specializzato in Riabilitazione e Fisioterapia situato a Padova ed al suo interno operano diversi medici specialisti con differenti specializzazioni e mansioni. Questo ha reso necessario, con il progressivo ingrandimento del centro, un ammodernamento del suo logo che fosse quindi in grado di racchiudere in sè i diversi ambiti operativi del centro.

English

Having therefore seen how important it is to evolve over time, we now see the work I have done for the Kinesis brand. Kinesis Medical Center is a private medical clinic specialized in Rehabilitation and Physiotherapy located in Padua (Italy) and within it operate several medical specialists with different specializations and tasks. This has made it necessary, with the progressive enlargement of the center, to modernize its logo, which was therefore able to encompass the various operational areas of the center.

Il logo originale nell’immagine nasce dall’idea di un architetto che sintetizza la dinamica presente nella parola “kinesis” che significa appunto movimento.
La sfida posta dal cliente è stata appunto quella di evolvere il brand verso una maggiore versatilità d’utilizzo mantenendo al contempo la riconoscibilità acquisita nel tempo da parte del brand.

English

The original logo was born from the idea of an architect who summarizes the dynamics present in the word “kinesis” which means movement.
The challenge posed by the customerto me was precisely to evolve the brand towards greater versatility of use while maintaining the recognisability acquired over time by the brand.
KINESIS MARK EVOLUTION

La prima cosa che ho potuto analizzare è stato come la parte più riconoscibile del logo marchio fosse proprio il marchio e visto quanto di buono era stato fatto ho deciso di sfruttare quel segno evolvendolo e portandolo ad avere delle proporzioni più armoniose seguendo i principi classici della sezione aurea.
Una delle più importanti problematiche rivelate con il vecchio logo era la mancanza di leggibilità delle scritte solo al logo “kinesis” dovute al tipo di font ed al rapporto che lo stesso aveva tra logo e payoff.
In questo caso ho deciso di optare per una scelta decisa cambiandone quindi il font e le proporzioni generali tra Marchio e Logo.

English

The first thing I could analyze was how the most recognizable part of the brand logo was the brand itself so I decided to exploit that sign by evolving it and bringing it to have more harmonious proportions following the classical principles of the aurea section.
One of the most important problems revealed with the old logo was the lack of legibility of the writings under the “kinesis” logo due to the font and the relationship that the same had between logo and payoff.
In this case I decided to opt for a decisive choice, thus changing the font and the general proportions between Brand and Logo.
Kinesis logo evolution

Le nuove proporzioni ed un aumento dell’estensione verticale del logo marchio insieme alla nuova scritta più sintetica sottostante il logo “Kinesis” hanno reso più proporzionato ed usabile l’insieme facilitandone quindi la lettura in ogni dimensione; il rapporto di pesi tra marchio (omino stilizzato) e logo (parte scritta) risulta inoltre reso con maggiore equilibrio donando all’insieme una maggiore armonia.

English

The new proportions and an increase in the vertical extension of the brand logo together with the new more synthetic writing below the “Kinesis” logo have made the whole more proportionate and usable, thus facilitating its reading in every dimension; the ratio of weights between the mark (stylized little man) and logo (written part) is also rendered with greater balance, giving the whole a greater harmony.

Ribilanciando quindi il Marchio e rendendolo più omogeneo sono quindi riuscito a sfruttare le proporzioni auree per inserirlo all’interno di un quadrato rendendo quindi semplice realizzare poi delle icone che identificassero cromaticamente le diverse attività presenti nel centro Kinesis.

English

Then rebalancing the brand and making it more homogeneous, I was therefore able to exploit the golden proportions to insert it inside a square, thus making it easy to then create icons that chromatically identify the different activities present in the Kinesis center.
Kinesis Corporate Identity

Strutturare un logo ed approcciarsi ad un progetto con testa ed avendo ben chiare le idee è alla base di un buon progetto che renderà sicuramente più facile in futuro uteriori modifiche ed evoluzioni. Mettere le idee al centro dei propri progetti rende più facile poi lo sviluppo degli stessi in ogni loro aspetto come limmagine coordinata e le diverse sue componenti.Spero che queste righe possano essere state per voi interessanti e vi invito a lasciare un commento. Gino L. Patrassi

English

Structuring a logo and approaching a project with a head and having clear ideas is the basis of a good project that will surely make future changes and evolutions easier in the future. Putting ideas at the center of their projects makes it easier then to develop them in every aspect as the coordinated image and its various components.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...